La prima carta degli Arcani Maggiori è rappresentata dal bagatto conosciuto meglio con il nome di mago. Solitamente viene rappresentato come un giovane che pratica la magia. Rappresentato solitamente come un uomo-ragazzo con una tunica bianca e rossa, il Mago è disegnato assieme ai suoi “strumenti” per praticare l’arte della magia quindi una spada, un bastone, una coppa e soprattutto un pentacolo. Il Mago è attorniato da un’abbagliante luce che illumina tutta la carta e circondato da un ambiente ricco di vegetazione e di fiori.

Significato

La prima carta degli Arcani: il mago
La prima carta degli Arcani: il mago

Il Mago solitamente rappresenta una persona molto capace ed intelligente ma anche dotata di un’ottima capacità creativa.

Il Mago ha a disposizione numerosi strumenti che possono rappresentare appunto le capacità di ogni singolo essere umano e sa come sfruttarle al meglio. Sa come comportarsi correttamente al fine di ottenere quello che desidera.

Il Bagatto rappresenta dunque una persona molto volitiva e sicura di sé che ha progetti ambiziosi per il futuro. L’individuo che pesca la carta del Bagatto si trova dunque a fare i conti con la propria ragione e delle scelte importanti che potranno incidere pesantemente sulla propria vita futura.

Come interpretare la carta dritta?

Pescata nel verso dritto, il Mago è certamente una carta molto molto positiva. Rappresenta colui che è artefice della propria fortuna e del proprio destino e agisce in maniera intraprendente per ottenere i risultati che si è prefissato. E’ una carta indubbiamente ambiziosa e ricca di buoni propositi. Chi pesca questa carta, nel senso dritto, ha uno slancio emotivo e creativo di indubbia importanza. Implica il lanciarsi in un nuovo progetto con intelligenza e un pizzico di speranza ma con una solida base. Indica un inizio, una via da percorrere, la possibilità di mettere alla prova le proprie conoscenze e capacità per la realizzazione di un progetto più grande. Rappresenta, oltre all’intelligenza, anche una soluzione geniale e creatività nell’ambito lavorativo e un innamoramento cocente nell’ambito privato.

Come interpretare la carta al rovescio?

La carta del mago, pescata nel senso rovesciato, sembra voler urlare: “ricordarsi sempre che il troppo storpia”. Quando infatti si mette in mostra la propria ambizione e il desidero di raggiungere i propri scopi a tutti i costi scavalcando qualsiasi cosa e soprattutto chiunque, si può incorrere in antipatie e anche sentimenti negativi ancor più irreparabili. L’eccesso non è mai un bene ed infatti chi pesca il mago al rovescio deve imparare ad agire con più calma, sfruttando la propria sagacia e voglia di imporsi con diplomazia e senza arroganza. La carta del mago al rovescio può significare anche una persona che mette sul tavolo così tanti progetti senza portarne alla conclusione nessuno. Dal punto di vista privato, la carta del mago al rovescio può indicare un campanello d’allarme per quanto riguarda il rapporto di coppia, un sentimento che non è più così forte come prima oppure una tensione irreparabile nel rapporto di coppia. Il mago al rovescio può indicare anche un giovane ambizioso desideroso di scavalcare i propri superiori, le istituzioni e i propri familiari basta ottenere una posizione rilevante all’interno della sfera sociale.