Il Capricorno è un segno cardinale governato dall’elemento Terra. Il segno del Capricorno è opposto al segno del Cancro e il suo domicilio è in Saturno. Solitamente il segno del Capricorno va dal 22 Dicembre al 19/20 Gennaio. Il decimo segno dello zodiaco ha alcune caratteristiche dei nati sotto il segno del Capricorno ben precise: il colore è il nero, la pietra l’onice e questo indica già molto sulla personalità dei nati Capricorno. L’animale simbolo del Capricorno, secondo la leggenda, è lo stambecco; un animale muscoloso, molto caparbio e testardo.

L’emblema storico: Giovanna D’Arco

Giovanna D’Arco (6 Gennaio 1412 – 30 Maggio 1431) mostra il lato eroico del Capricorno, un segno che di certo non si nasconde dietro gli altri ma ama combattere le battaglie in prima linea. Devota ai propri ideali, Giovanna D’Arco subì la cattura, la prigionia, il supplizio, tutto questo per perseguire con caparbietà e devozione i propri obiettivi, le proprie convinzioni. Determinata, Giovanna D’Arco è un Capricorno leader e innovativo, portatore di idee libere e potenti, dotate di grande forza.

Dallo sport: Cassius Clay

Cassius Clay – Muhammad Ali (17 Gennaio 1942) rappresenta i muscoli e l’ostinatezza del segno del Capricorno. Dopo aver rifiutato di combattere nella Guerra del Vietnam e dedito alle attività umanitarie, Cassius Clay rappresenta il lato volitivo, dinamico e potente del Capricorno. Dotato di una tecnica sopraffina, leggero nei movimenti, il Rocky reale, Cassius Clay si è dimostrato essere una persona molto legata alla propria passione, desiderosa di raggiungere i propri obiettivi.

Dallo spettacolo: David Bowie

David BowieDavid Bowie (8 Gennaio 1947) è un Capricorno talentuoso, artistico, sincero. Schivo ma capace di catalizzare su di sé l’attenzione in un attimo, David Bowie rappresenta l’ambizione, il desiderio di affermazione, il lato disinibito del segno del Capricorno. David Bowie ha rivoluzionato l’idea di musica, l’idea di moda, ha vissuto in un periodo distruttivo e magnetico e ancora oggi resiste solido come una icona irraggiungibile ma reale, profondamente reale. David Bowie affascina, mostra una personalità attraente e animata da un gusto artistico senza molti eguali. David Bowie non è amato da tutti, non sarà mai amato da tutti ma certamente bisogna riconoscere la sua potenza e il suo genio creativo. Amato e odiato dai “colleghi”, è impossibile non riconoscere la bravura di David Bowie, un vero extraterrestre.

Dal cinema: Humphrey Bogart

Humphrey Bogart (25 Dicembre 1899 – 14 Gennaio 1957) è considerato ancora oggi una delle più incisive star della storia del cinema. Amante dell’aria aperta e dell’andare in barca, Humphrey Bogart fu rispettato da tutta la cosiddetta gente di mare, essendo stato anche un ex-marinaio molto capace. Questo lato sportivo, da amante dei viaggi e della libertà è sinonimo del Capricorno il quale ha bisogno di ritagliarsi degli spazi per sé, degli spazi in cui riflettere e ragionare, in totale introspezione. Humphrey Bogart fu un uomo pieno di passioni, infatti era anche un ottimo scacchista. Questo lato da stratega diplomatico, dove è essenziale non trasmettere agli altri le proprie emozioni, è profondamente legato al segno del Capricorno.

Dalla cultura: Edgar Allan Poe

Edgar Allan Poe (19 Gennaio 1809 – 7 Ottobre 1849) rappresenta il segno del Capricorno per un giorno. Inventore del giallo psicologico e di una particolare struttura narrativa, Edgar Allan Poe è stato un grande creatore di suggestioni gotiche, indagando profondamente gli aspetti psicologici dell’essere umano, indagando fra le ossessioni, i dubbi, le difficoltà, gli incubi dell’uomo. Il segno del Capricorno è molto ambizioso, una delle poche cose che lo stimola è quello di arrivare in cima, di essere nel punto più alto. Ama i piaceri della vita, ama essere leale e giocare senza sotterfugi, a carte scoperte. Dove si ferma la pazzia e dove l’intelligenza?

Dalla pittura: Paul Cézanne

Paul Cézanne (19 Gennaio 1839 – 22 Ottobre 1906) rappresenta il lato enigmatico, oscuro, misterioso del segno del Capricorno. Avrebbe potuto avere una vita agiata ma la ricerca continua di una propria dimensione lo porta a distaccarsi quasi dagli ideali del tempo per proseguire in una scoperta personale, oltre che artistica. Sin dall’inizio la pittura di Cézanne si mosse su un cammino proprio, convinto dell’importanza delle forme e dello spazio grazie al colore. Sebbene si possa superficialmente dire che la pittura di Cézanne sia apparentemente semplice, in realtà essa rimane misteriosa e molto difficile da spiegare. Una ricerca solitaria, lontana da clamori e da scandali. Schivo, introverso, Cézanne condusse una vita molto ritirata e alla ricerca continua di qualcosa. Gli storici dicono infatti che Cézanne per tutta la vita fu attraversato da una insoddisfazione perenne, simbolo distintivo del Capricorno.

I personaggi famosi in amore

Pensando al segno zodiacale del Capricorno è molto difficile che esso sia in grado di accontentarsi, anche in amore. Il Capricorno ha bisogno di raggiungere nuove vette, è difficile che trovi una persona per tutta la vita, proprio per il carattere molto schivo e riservato che lo contraddistingue. Il motto del Capricorno sembra essere “o la perfezione o nulla”, non è proprio capace di accettare compromessi. Il segno del Capricorno trova un’ottima affinità con la Bilancia che sembra rassicurare ed equilibrare il rapporto di coppia anche se vi saranno sempre delle divergenze incolmabili che alla lunga potrebbero influire sul rapporto duraturo. Buone possibilità anche con il Capricorno stesso ma c’è rischio depressione in atto; con la Vergine ma è una relazione sul filo del rasoio ed infine Cancro, opposto completo del Capricorno. Per sottolineare il rapporto Capricorno – Capricorno proponiamo la scenografica coppia formata da Kate Moss e Jamie Hince, due teste calde che insieme sembrano aver trovato un loro personalissimo mondo. Per sottolineare invece la splendida possibile unione fra Capricorno e Bilancia puntiamo sulla coppia Denzel Washington (Capricorno) e Pauletta Pearson Washington (Bilancia). Sposati dal 1983, conosciutesi sul set di Wilma, i due attori hanno ben quattro figli e a distanza di trent’anni la loro unione sembra essere più solida che mai. Complimenti!